Cyber Security - Blog dedicato al mondo della Cyber security. Consigli utili su come proteggersi dagli attacchi della rete; tutorial e guide per vivere serenamente online! E ancora, tutorial pratici e semplici su argomenti specifici come creare e settare una VPN; notizie sulle certificazioni e corsi disponibili sulla Cyber Security

Come verificare e certificare il tuo account Twitter

Come verificare e certificare il tuo account Twitter

Hai un account Twitter e credi di avere tutte le carte in regola per ricevere il cosiddetto badge blu che certifica la veridicità e l’autorità del tuo profilo? Il noto social network ha delle regole piuttosto stringenti in tal senso e con questa guida proveremo a spiegarti come verificare e certificare il tuo account.

Verificare e certificare account Twitter: i tre requisiti fondamentali

Twitter utilizza tre requisiti fondamentali per permetterti di verificare e certificare il tuo account: autenticità, notorietà e frequenza di aggiornamento. Partendo dal primo punto, per un profilo Twitter autentico bisogna scegliere fra tre differenti metodi di verifica dell’identità:
– Sito ufficiale: fornire il link a un sito ufficiale che parli di te e del tuo account Twitter
– Documento di identitĂ : fornire la foto di un documento d’identitĂ  ufficiale, come la patente o il passaporto;
– Indirizzo email ufficiale: fornire un indirizzo di posta elettronica ufficiale legato a un dominio che sia pertinente alla categoria di notorietĂ  che hai scelto

Parlando proprio della notorietà, è necessario che il tuo account Twitter rappresenti qualcosa che sia effettivamente nota nella categoria di appartenenza: puoi rappresentare un individuo (anche te stesso, se lo ritieni opportuno!), un brand famoso, l’azienda per cui lavori e via discorrendo. Le categorie a disposizione sono veramente diverse e includono:
– Governo e cariche pubbliche (uffici e funzionari pubblici in carica): l’account deve essere menzionato su un sito o nella pubblicazione di un’entitĂ  governativa o di partito;
– Aziende, marche e organizzazioni: si intende facilmente che in questo caso rientrano tutti i profili che rappresentano delle importanti aziende, dei brand illustri o delle organizzazioni di ogni tipo. Ci sono dei requisiti specifici da rispettare, dal numero di follower o ai riferimenti in primo piano ricevuti negli ultimi 6 mesi, insieme alla presenza in indici pubblici, come borse valori o articoli stabili su Wikipedia opportunamente verificati;
– Organi di stampa e giornalisti: se sei un giornalista di settore famoso è probabile che sia Twitter stessa a regalarti il badge blu. In ogni caso, anche qui sono previsti dei requisiti abbastanza stringenti: l’account deve essere pubblico, con una bio che rimandi direttamente alla testata giornalistica per cui si lavora. Se sei indipendente o freelance devi dimostrare di saper fornire almeno 3 articoli firmati o crediti in pubblicazioni verificate uscite nei 6 mesi antecedenti alla richiesta;
– Sportivi e gioco: gli account Twitter ufficiali di squadre e leghe sportive possono facilmente essere verificati, cosĂŹ come quelli dei singoli atleti, specialmente coloro che partecipano a competizioni internazionali come le Olimpiadi e Paraolimpiadi. Non è prevista la stessa cosa per le leghe inferiori, a meno che non ci siano individui particolarmente influenti con i loro messaggi.

Possono essere verificati anche atleti, squadre e leghe eSport, a patto che rispettino certi requisiti, in particolare 3 o piĂš riferimenti di primo piano negli ultimi 6 mesi.

 Attivisti, organizzatori e altri individui: vi è poi un’ultima categoria, slegata da quelle professionali, in cui rientrano account appartenenti a persone che rispettino dei criteri generali di notorietà, oltre ad usare regolarmente Twitter e non pubblicare contenuti che possano essere offensivi o lesivi per terzi.

Infine, l’ultimo grande requisito richiesto per la certificazione Twitter è quello dell’essere attivi: quindi, avere un nome e un’immagine profilo, aver effettuato l’accesso all’account negli ultimi sei mesi, rispettare gli standard di sicurezza con l’associazione di un indirizzo email o un numero di telefono confermato e rispettare le regole del social network, senza aver ricevuto blocchi nell’ultimo semestre.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: