Quando bisogna cambiare un Hard Disk i segni

Quando bisogna cambiare un Hard Disk i segni

11 Luglio 2022 By daniele

Anche se la tecnologia è cambiata parecchio negli anni, non si può comunque dire che i componenti sono diventati eterni nella loro durata. Un buon esempio sono gli Hard Disk, il quale si sono svelati sempre e comunque come dei componenti che tendono a soffrire di più l’uso eccessivo nel tempo. Ovviamente varie cose sono cambiate: hanno spazio di riserva per riparare i propri danni ed anche l’ormai vecchio NTFS permette di tener conto di cosa va e non va nell’HDD. Ma ci sono sempre quei momenti nel quale purtroppo un Hard Disk può cominciare a mostrare la corda: quali sono i segni precisi?

  • Testine che sbattono, o alcune piccole pause senza spiegazione

Negli Hard Disk più grandi (per PC Fissi) è possibile sentire lo sbattere delle testine, un sonoro “Snap! Click!” che può seguire ad una piccola pausa nel quale l’HDD cercherà di recuperare le sue informazioni perse. In questo caso comunque, è un chiaro segno che l’Hard Disk andando per deteriorarsi nei suoi meccanismi tipici, e perciò ogni informazione va salvata a parte, seguita naturalmente da una sostituzione completa dell’apparecchio.

  • Un messaggio SMART compare all’avvio del sistema

Quando avviate il PC, viene visualizzato un messaggio da parte d’una funzione definita come SMART. Questo messaggio può essere in Italiano, ma buona parte delle volte sarà in Inglese. Cosa significa, esattamente? Lo SMART è una funzione inclusa in tutti gli HDD da 20 anni a questa parte, che permette di registrare tutta la vita dell’Hard Disk, i suoi danni subiti e le sue ore d’attività. Se compare questo messaggio all’avvio del PC, significa che sono state rilevate numerose problematiche con l’HDD, e questo va perciò sostituito al più presto.

  • Diversi crash di sistema che sono relativi a lettura / scrittura (Pagefile) così come altre tipologie d’errore

Ovviamente un Hard Disk che non sta lavorando propriamente può mostrare degli errori di lettura o scrittura, così come anche provocare veri e propri BSOD o crash di sistema. Parte di queste problematiche possono essere risolte tramite un programma per la scansione degli errori sulla superficie dell’HDD, così da trovare i settori danneggiati e risolvere il problema: tuttavia se attraverso un analisi accurata (usando magari programmi come HDSentinel o CrystalDiskInfo) risultano esserci troppe problematiche rilevate, può essere comunque tempo di cambiare il proprio Hard Disk.

I nostri dati sono sempre molto importanti. Anche se gli Hard Disk sono diventati molto efficienti e resistenti, non sono comunque eterni e vanno tenuti sotto controllo, specialmente al di sopra dei 5-8 anni d’uso generale.