Come aumentare la privacy al massimo sul proprio iPhone iPad

Come aumentare la privacy al massimo sul proprio iPhone iPad

6 Giugno 2022 By daniele

Anche se iOS è visto e rispettato come uno dei migliori sistemi operativi alla protezione dell’utente, non si può comunque negare che ci sono dei limiti a questa grandiosa protezione. A tutti gli effetti l’Apple mette a disposizione una grande quantità di aspetti e funzioni indispensabili per l’utente, ma non tutte sono sempre attivate, questo per non creare molto ostacolo durante magari la navigazione o altro.

Ma mettiamo caso che siamo utenti che sanno prendersi cura di sé stessi, nei giusti metodi: come si può aumentare la privacy del proprio sistema iOS?

  • Usate la navigazione privata di Safari

Safari ha un opzione per la navigazione privata, o in incognito. Questa modalità è stata resa famosa da Google Chrome, e come tale condivide gli stessi pregi e difetti. In pratica Safari non memorizzerà mai nessuna informazione durante la navigazione, ma ovviamente ciò non vieta ai siti web di raccogliere tracce del nostro passaggio.

E’ possibile attivare la modalità privata aprendo Safari, premendo in basso a destra per aprire una nuova scheda, e specificare poi di aprire una scheda privata.

  • Disabilitate il tracking della locazione (GPS)

iOS ha una valida sezione per il controllo della privacy, ma fra le funzioni a disposizione c’è quella che riguarda il controllo della locazione, o per meglio intenderci della nostra posizione. Entrate perciò nelle impostazioni, aprite la sezione Privacy, e sotto i servizi riguardanti la locazione troverete tutti i programmi che hanno una certa quantità di permessi a disposizione. Alcuni programmi hanno bisogno di questi permessi per funzionare, ma con altri come ad esempio Safari, non è necessario tutto il tempo. Può essere perciò disattivato completamente per avere qualche sicurezza in più.

  • Disabilitate le funzioni sperimentali di Safari

Un altro trucco adeguato per aumentare la propria Privacy di comunicazione è resettando completamente le impostazioni sperimentali di Safari. Entrate nelle impostazioni, passate a Safari, passate quindi per le Avanzate, ed entrate nelle impostazioni sperimentali. In fondo a tutte queste scelte vi è la possibilità di ripristinare le impostazioni, resettandole completamente.

  • Usate il Relay Privato di iCloud

Anche se è purtroppo un opzione da godere solo tramite abbonamento, il Relay Privato dell’Apple è un ottimo strumento per poter proteggere la propria connessione. E’ capace infatti di connettersi ad un VPN che a sua volta comunica con l’Apple, e quindi con noi. E’ una doppia connessione che può davvero assicurare una Privacy legittimamente protetta dalla casa. Per metterlo in funzione è necessario iCloud+, dopodiché basta entrare nelle impostazioni e passare per il proprio nome utente, quindi iCloud e Relay Privato.

  • Cambiate i server DNS

Uno dei gesti più semplici che permette di proteggere la propria Privacy è il cambio del DNS. Anche se è facile farlo su altri dispositivi (come PC e MacOS) su Mobile, e quindi su iOS, è un pochino più complicato. Entrate nelle impostazioni, passate per la connessione Wi-Fi e premete il pulsante “i” sulla connessione di vostra preferenza. Fra le scelte a disposizione sarà disponibile quella che riguarda il DNS, dal quale sarà possibile cambiarlo da automatico a manuale. Rimuovete quelli memorizzati e inserite quelli che ritenete adeguati. Ad esempio 1.1.1.1 o 1.0.0.1 – che sono i DNS di CloudFlare, il quale interesse è la Privacy innanzitutto.

Infine, un consiglio veloce: usate un blocco pubblicitario come AdBlock Plus (https://apps.apple.com/it/app/adblock-plus-for-safari-abp/id1028871868) così da rimuovere un altro tipico fastidio per la sicurezza del nostro iPhone o iPad.