Perché i case protettivi trasparenti diventano gialli

Perché i case protettivi trasparenti diventano gialli

8 Aprile 2022 By daniele

E’ sempre una buona idea proteggere il proprio Smartphone. Vi sono diversi accessori per farlo in maniera appropriata, ma l’immancabile cover in silicone è sicuramente una delle protezioni più semplici che è possibile adottare per questo scopo. In certi casi è presente anche all’acquisto di alcuni Smartphone, come misura adeguata a proteggere il proprio cellulare! Si tratta sempre generalmente di quel tipo di protezione trasparente, ma almeno è il minimo indispensabile.

Quel che però accade dopo qualche tempo è che quest’oggetto finisce per ingiallirsi, a volte anche con un certo grado estetico piuttosto inaccettabile. Il problema non riguarda quasi mai la marca, piuttosto sembra qualcosa che riguarda proprio il materiale stesso. Per questo, è tempo di chiarire il perché i case protettivi di questo tipo diventano gialli dopo qualche tempo.

Cominciamo col dire una cosa: in realtà, il silicone (o il materiale plastico utilizzato in generale) ha un colore naturale che è per appunto il giallo. Questo colore non è appunto bello a vedere, perciò viene applicato un elemento chimico che ne fa da vernice, creando così questa combinazione che ci da come risultato il case protettivo lucido e trasparente. Da come si può pensare perciò, il case non fa altro che riacquistare il suo colore naturale man mano che viene lasciato al contatto con l’aria, con il nostro tocco, e così via. Il danno maggiore lo fa la luce del sole: i raggi ultravioletti sono l’assoluto potere distruttore per i case protettivi trasparenti.

Quindi, cosa si può fare per ridurre quest’effetto? Ovviamente è impossibile chiedere ad un qualsiasi utente di evitare che lo Smartphone entri a contatto con il sole o con il tocco delle mani – soprattutto quando si tratta in fondo d’un case che può costare anche 7 o 8 euro. Ma volendo far durare al massimo questa cover, cosa si può attualmente scegliere?

Una delle migliori scelte è semplicemente, usare una piccola soluzione d’alcool. Non versatelo però direttamente sul case: bagnate prima un piccolo panno e passatelo sul case stesso. Sfregate energicamente e almeno in buona parte la colorazione verrà ripristinata. Eventualmente anche un po’ di sapone ed acqua calda andrà bene, sfregando il tutto tramite uno spazzolino per denti.

Come detto quest’effetto è a dir poco inevitabile. Queste soluzioni possono rimandare la problematica per un po’, ma chiaramente con il tempo il case si rovinerà del tutto. Non fa comunque male ridare una seconda possibilità a questo piccolo oggetto, d’altro canto!